Il progetto propone lo sviluppo di un approccio complessivo al problema delle connessioni dei passeggeri nell’ambito dell’area di cooperazione, identificando le priorità a livello infrastrutturale e di servizio e proponendo soluzioni sostenibili e attuabili nelle diverse realtà locali attraverso un set di interventi classificati, secondo la loro trasferibilità, in un Cruscotto di azioni. NECTEMUS rappresenta pertanto una guida analitica per interventi congiunti sul segmento passeggeri e complementari rispetto ai nodi secondari e terziari delle TEN-T presenti nell’area di programmazione. La partecipazione diretta dei porti alle attività consente di calare nella realtà le soluzioni  proposte, assicurando una piena rispondenza ed allineamento agli sviluppi della progettazione e pianificazione in ambito portuale. NECTEMUS adotta una approccio cooperativo, attraverso la realizzazione di un Piano di azione da attuare congiuntamente per il sostegno alla mobilità di passeggeri, identificando, a partire dalle analisi, le esigenze effettive dei nodi di trasporto e, in particolare, le potenzialità dei porti quali punti focali della mobilità dell’area di cooperazione. Le sfide territoriali sono affrontate, così, dai soggetti che sono competenti per lo sviluppo delle soluzioni di facilitazione della mobilità e sono declinate su livelli di governo appropriati per quanto riguarda la pianificazione del trasporto di passeggeri a livello di area di cooperazione, grazie alla partecipazione delle Regioni Liguria, Sardegna e Corsica e della provincia marittima della Toscana. La composizione del partenariato risponde, pertanto, all’esigenza di creare soluzioni che presentino un alto grado di realizzabilità e coerenza con gli obiettivi di sviluppo promossi nell’area di programmazione, implementando una linea pratica condivisa tra tutte le aree marittime del programma. L’attenzione poi volta ai corridoi di trasporti delle TEN-T e alle opportunità del finanziamento consente di allargare la prospettiva del progetto oltre ai semplici confini amministrativi del Programma, focalizzando le analisi e gli studi sulla realtà concreta delle politiche trans-europee di trasporto e, in particolare, sul tema del miglioramento della connettività dei nodi. In questo senso, NECTEMUS compie un progresso rispetto alla dimensione tradizionale dei progetti transfrontalieri, perché è strutturato per accogliere le sollecitazioni e gli sviluppi più ampi relativi alla mobilità dei passeggeri provenienti dalle rilevanti politiche generali europee. Il progetto coniuga, così, una dimensione prettamente analitica, con studi basati sullo stato di fatto dei porti e i relativi piani di sviluppo, con una dimensione di politica dei trasporti, necessaria per calare le analisi nel più vasto ambito delle interconnessioni di trasporto. Grazie a NECTEMUS i partner di progetto e tutta l’area di cooperazione saranno dotati di uno strumento globale di pianificazione del trasporto passeggeri. NECTEMUS costituisce il progetto gemello di CIRCUMVECTIO, proposto da Regione Liguria, sviluppato sul segmento merci, rafforzando le analisi svolte sul segmento passeggeri ed integrandole, data la promiscuità nel trasporto marittimo tra il Continente e le isole. Si collega con gli strumenti di governance di GEECCTT-iles, proposto dall’OTC.

Vai alla pagina web del progetto

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca