La sfida di ISIDE verte sul miglioramento della sicurezza in mare contro i rischi della navigazione attraverso lo sviluppo e l’applicazione di modelli di comunicazione innovativi che utilizzano le tecnologie ICT. Il progetto mette a punto modelli e protocolli condivisi di teoria dell’informazione (sia vocali che audio-visivi) che sottostanno ai sistemi ICT di comunicazione fra terraferma e natanti, volti ad ottimizzare le modalità dei segnali e delle composizioni testuali dei messaggi al per ridurre i rischi derivanti da una non corretta o ambigua interpretazione della comunicazione durante le situazioni di emergenza o rischio. Ciò, in particolare, durante manovre e condizioni meteo-climatiche a rischio, in navigazione, in fase di accesso/regresso dal porto o di attracco in banchina. I modelli messi a punto da ISIDE sono validati sia per le imbarcazioni commerciali che per il diporto nautico. L’obiettivo generale è quello di implementare una infrastruttura di comunicazione ICT ad alta disponibilità, essenziale per la sicurezza della navigazione, in grado di facilitare  l’azione delle Capitanerie di Porto nelle attività di prevenzione e nella gestione delle situazioni di rischio in mare. ISIDE si caratterizza per l’uso innovativo, in termini di applicazioni e servizi, derivante dalle tecnologie ICT e si propone di dimostrare all’utenza commerciale e istituzionale dell’area di cooperazione i vantaggi derivanti dall’utilizzo delle sue applicazioni, nell’ottica anche di un successivo utilizzo su scala territoriale più ampia. Obiettivo del partenariato è quello di lavorare in modo partecipato e coordinato all’implementazione e alla sperimentazione di un nuovo sistema comune per la gestione efficace delle situazioni di rischio in mare, a beneficio della sicurezza che la modalità di trasporto marittima richiede.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca