Electronic commerce Advanced SYstem for LOGistics in a PRECISE environment propone la realizzazione e l’avviamento di un sistema informatico e telematico per la gestione delle informazioni relative al transito di operatori logistici e di trasporto nei porti denominato C.C.S.(Cargo Community System).
Si basa sull’utilizzo di apparati tecnologici avanzati ed integrati in grado di supportare le esigenze di tutti gli operatori della catena del trasporto operanti in ambito portuale ed intermodale, mirando sia all’ottimizzazione dello scambio di informazioni e dati sia al controllo delle merci in transito ai fini della prevenzione della criminalità.
La prima fase prevede l’automazione del gate di ingresso/uscita di un terminal container portuale/interportuale con lo scopo, da un lato, di velocizzare il processo di gestione e controllo documentale dei container e, dall’altro, di adottare rapidi sistemi automatici di controllo del carico, come azione di prevenzione di security.
Tale progetto consentirà di ottimizzare lo scambio dei dati e delle informazioni necessarie per l’effettuazione delle attività di “Gate in – Gate out” relative alle merci imbarcate, sbarcate e in transito, al fine di poter minimizzare i tempi di effettuazione del controllo documentale. Ciò consentirà di snellire le procedure di accettazione dei container via truck e via rail, sia per le operazioni di ritiro che per quelle di consegna, supportando il processo di pianificazione nelle fasi di import e di export e garantendo una maggiore integrazione nelle relazioni e nei flussi di dati scambiati tra i diversi soggetti della comunità portuale coinvolti (terminalisti, linee di navigazione e/o agenzie, trasportatori, dogana, etc.). Sarà, quindi, possibile limitare il numero degli errori umani in fase di gestione ed interpretazione delle informazioni, attraverso una gestione automatizzata, con conseguente aumento del livello di sicurezza di numerose operazioni portuali, sia la qualità delle stesse. Nel contempo si potranno identificare e controllare tutti i carichi in ingresso e uscita dal terminal, ai fini della prevenzione di attentati terroristici e atti dolosi contro la collettività, attraverso la realizzazione di un Gate automatizzato per il controllo “fisico” dei contenitori (lettura e/o verifica integrità del sigillo mediante l’impiego della tecnologia RFID, verifica dello stato e/o dell’integrità fisica dei container mediante scanner per il controllo del carico, sistemi per il controllo radiazioni, etc.). Si potranno, quindi, fornire in tempo reale, agli operatori del trasporto, quei servizi atti a supportare le scelte di viaggio (percorsi minimi, deviazioni dovute ad incidenti, infomobilità, ect.); migliorare le performances dell’intera catena di trasporto, dalla consegna del container vuoto sino all’arrivo in terminal del carico da imbarcare o sbarcare, con ottimizzazione dei tempi e delle modalità di effettuazione delle operazioni e garanzia di autonomia, sicurezza e riservatezza dei sistemi relativi ai singoli operatori, secondo le normative vigenti.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca