Documento di Pianificazione Energetico Ambientale del Sistema Portuale (Deasp)

 In

Il Decreto Legislativo 169 del 4 agosto 2016 – “Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le Autorità Portuali di cui alla Legge 28 gennaio 1994” – ha apportato sostanziali modifiche al Legge n° 84 del 1994, introducendo il sistema di governance dei porti ed alcune novità sostanziali, tra le quali, all’art. 4 bis, il concetto di Sostenibilità energetica, che pone attenzione alla necessaria riduzione dell’impatto ambientale dei porti.

Come riportato nel sopra menzionato articolo: 

  1. La pianificazione del sistema portuale deve essere rispettosa dei criteri di sostenibilità energetica ed ambientale, in coerenza con le politiche promosse dalle vigenti direttive europee in materia.
  2. A tale scopo, le Autorità di sistema portuale promuovono la redazione del Documento di pianificazione energetica ed ambientale del sistema portuale con il fine di perseguire adeguati obiettivi, con particolare riferimento alla riduzione delle emissioni di CO2.
  3. Il documento di cui al comma 2, redatto sulla base delle linee guida adottate dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, definisce indirizzi strategici per la implementazione di specifiche misure al fine di migliorare l’efficienza energetica e di promuovere l’uso delle energie rinnovabili in ambito portuale. A tal fine, il documento di pianificazione energetica e ambientale del sistema portuale individua:
    1. all’interno di una prefissata cornice temporale, gli interventi e le misure da attuare per il perseguimento dei traguardati obiettivi, dando conto per ciascuno di essi della preventiva valutazione di fattibilità tecnico-economica, anche mediante analisi costi-benefici;
    2. le modalità di coordinamento tra gli interventi e le misure ambientali con la programmazione degli interventi infrastrutturali nel sistema portuale;
    3. adeguate misure di monitoraggio energetico ed ambientale degli interventi realizzati, al fine di consentire una valutazione della loro efficacia.».

In linea con quanto stabilito dalla normativa, l’AdSP del Mare di Sardegna, nel 2019, ha redatto e trasmesso al MIT il proprio documento di pianificazione energetica e ambientale del sistema portuale.

Un supporto tecnico, così come definito dalla stessa normativa, che l’AdSP promuove per individuare tutti quegli indirizzi mirati al miglioramento dell’efficienza energetica e di promozione dell’uso di energie rinnovabili in ambito portuale.

Scarica qui il Documento Definitivo e l‘ appendice al Deasp

           

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca