Primo incontro tra AdSP e Amministrazione Comunale di Porto Torres

 In news

Cinquantotto milioni di euro di investimenti ed una pianificazione strategica mirata a dare un nuovo volto e conferire maggiore competitività allo scalo di Porto Torres. È, in sintesi, quanto emerso dal primo incontro i vertici dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna ed il Sindaco Massimo Mulas. Occasione nel corso della quale sono stati presentati i principali interventi infrastrutturali già avviati ed ancora da avviare sullo scalo. Il più consistente è quello del prolungamento dell’Antemurale di Ponente e la resecazione della banchina Alti fondali, per i quali sono stati stanziati 35 milioni di euro: i lavori, concluse le fasi preliminari, inizieranno in estate.  Altre opere riguardano la riqualificazione e la trasformazione del mercato ittico in centro direzionale e servizi per il porto; gli escavi dell”intero bacino dello scalo civico a meno 10 metri, che garantiranno il potenziamento della ricettività commerciale e crocieristica; la realizzazione della stazione marittima nel molo Ponente e numerosi interventi di manutenzione e sicurezza. Riunione, quella odierna, che rappresenta una prima occasione per un confronto condiviso sullo sviluppo del porto e sulla riqualificazione specifica di alcune aree, in vista della futura pianificazione triennale dell’AdSP che, proprio su Porto Torres, prevede la definitiva separazione dei traffici merci da quelli commerciali e crocieristici. “Anche se informale, quello odierno è stato un incontro proficuo, nel corso del quale ho illustrato lo stato di avanzamento dei cantieri e le progettualità che questa Autorità di Sistema Portuale ha già messo e metterà in campo per il potenziamento infrastrutturale dello scalo di Porto Torres – dice Massimo Deiana, Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna – Un’intensa attività che, con un investimenti pari a 58 milioni di euro, incrementerà notevolmente la competitività del porto sia sul comparto crocieristico che commerciale e merci. Strategie sulle quali, come assicurato al Sindaco, porteremo avanti un costante e puntuale tavolo di confronto, nello spirito della piena e leale collaborazione istituzionale”. Soddisfazione anche da parte del sindaco Massimo Mulas: “Abbiamo chiesto un confronto sulla pianificazione strategica – spiega il primo cittadino – e ricevuto piena disponibilità da parte dell’Autorità di Sistema Portuale per illustrarci come, nei prossimi anni, il nostro porto cambierà volto. Ho espresso l’esigenza di ricucire lo scalo con la città, limitando il più possibile gli spazi dedicati alla sicurezza. Ci sono diverse soluzioni allo studio, l’aspetto più importante è lo spirito di collaborazione e la disponibilità a rendere il nostro porto sempre più moderno, funzionale e bello“.

 

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca